Si chiude un 2023 ricco, intenso e proficuo per le Alte Bollicine Piemontesi

Ancora un anno di crescita per l’Alta Langa DOCG: si chiude infatti un 2023 ricco, intenso e proficuo per le Alte Bollicine Piemontesi, con un bilancio positivo nei volumi di vendita, in cui le festività stanno rappresentando un ottimo coronamento,  e con l’avvio di nuovi progetti e il consolidamento di altri.

L’anno è iniziato con un nuovo bando per l’ampliamento del vigneto di Alta Langa, che già nella vendemmia 2023 è passato dai 378 ettari degli anni scorsi agli attuali 440,5.
Una “regale” edizione de La Prima dell’Alta Langa si è svolta l’8 maggio alla Reggia di Venaria, puntando ancora una volta i riflettori sulla denominazione, con 60 produttori, 140 etichette e 2000 visitatori professionali presenti.
L’evento ha preceduto di pochi giorni l’avvio del format originale “Anima di un Territorio“, dove ristoratori, enotecari e stampa di settore sono stati invitati attorno a un’unica tavola per conoscere, assaggiare e scambiarsi opinioni sui vini Alta Langa in abbinamento a una proposta enogastronomica del territorio rappresentata dalla cucina delle trattorie storiche delle terre alte di Langa. In sei tappe – Torino, Milano, Genova, Roma, Napoli e Verona –  il Consorzio ha promosso la denominazione e il territorio nel suo complesso.

È stata siglata una partnership con il Teatro Regio di Torino, che ha portato le bollicine di Alta Langa nel cuore della capitale sabauda, rendendole protagoniste della cena di gala per i 50 anni del nuovo Teatro, oltre ad accompagnare la cerimonia di apertura della stagione d’Opera e Balletto 2023 – 2024 e i brindisi alla “prima” di tutte le opere liriche fino a giugno 2024.

A settembre, l’Alta Langa era presente a Cheese, la grande manifestazione braidese dedicata ai formaggi targata Slow Food, e ancora volta ha accompagnato la veglia del Capodanno del Tartufo bianco d’Alba, al Castello dei Conti di Roero di Monticello per inaugurare con trifolao e tabui la stagione della cerca del Tartufo bianco d’Alba, che ha preso il via ufficialmente alla mezzanotte del 21 settembre, dopo il fermo biologico.

Di lì a poco, il 7 ottobre, si è tagliato il nastro della 93esima Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba di cui il Consorzio è stato Main Sponsor. L’Alta Langa si è confermata Official Sparkling Wine e durante i nove fine settimana di Fiera è stata proposta al banco d’assaggio nella Grande Enoteca e soprattutto in abbinamento ai piatti al Tartufo bianco preparati dai grandi chef nel corso dei Cooking Show e delle cene ufficiali dove ha dimostrato ancora una volta la sua straordinaria vocazione gastronomica.

La campagna di comunicazione “Alta Langa. Tutta un’Alta storia.” è stata lanciata tra novembre e dicembre sui quotidiani, con format pagina intera a livello nazionale, sia su Corriere della Sera e La Stampa che su alcune riviste di settore, per promuovere e far conoscere a un pubblico sempre più ampio e interessato le Alte Bollicine Piemontesi.

Un gruppo di autorevoli giornalisti internazionali è stato accolto per un’occasione di confronto e approfondimento delle peculiarità della denominazione Alta Langa, proponendo un grand tasting di 69 etichette e la visita ad alcune cantine storiche. Il primo viaggio stampa rivolto verso l’estero organizzato dal Consorzio si è svolto presso la Banca del Vino di Pollenzo tra il mese di novembre e quello di dicembre.

In questo 2023 ha visto finalmente la luce il volume “Alta Langa – Il racconto di una denominazione”, un’accurata raccolta di saggi che approfondiscono la denominazione a 360°: dal vigneto, alla storia, passando per la degustazione, gli abbinamenti, la conservazione fino al a un’analisi dell’antropologia e delle potenzialità turistiche del territorio. Un’opera a cui il Consorzio era al lavoro da tempo, che sarà presto oggetto di una presentazione per tutti gli associati.
Ci sono stati inoltre numerosi eventi e momenti che ci hanno coinvolto durante il corso dell’anno come degustazioni e laboratori di approfondimento, sempre con l’intento di promuovere, valorizzare e diffondere la nostra denominazione.
 Il 2024 è alle porte e abbiamo già un appuntamento che vede la partecipazione del Consorzio Alta Langa in qualità di ospite: Grandi Langhe, la due giorni organizzata dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e dal Consorzio di Tutela Roero, alle OGR di Torino il 29 e 30 gennaio. Un banco di degustazione istituzionale permetterà di dare visibilità alla denominazione confrontandosi con un pubblico di professionisti.
L’atteso appuntamento con la sesta edizione de La Prima dell’Alta Langa, la grande degustazione annuale organizzata dal Consorzio sarà annunciato a giorni.