Poderi Colla

La storia della famiglia Colla è secolare ed è sempre intrecciata con i principali eventi della storia del vino in Piemonte.

Alcune date importanti: 1894 nasce Pietro Colla che dal 1909 lavora alla Gancia di Canelli dove collabora con i padri della moderna enologia spumantistica italiana, Mensio e Strucchi, e diviene esperto del metodo champenois.
1930 nasce Beppe, figlio di Pietro, diplomato enologo nel 1949, diventerà punto di riferimento della cultura eno-gastronomica albese per la sua sensibilità, dedizione e lungimiranza, rivestendo anche ruoli chiave per la tutela e promozione dei vini albesi. Proprietario per 40 anni della ditta Prunotto di Alba, è stato un precursore nella vinificazione ed invecchiamento dei vini oltre che primo a vinificare separatamente i cru indicandoli in etichetta.
1994 Beppe fonda, insieme al fratello minore Tino ed alla figlia Federica, la Poderi Colla, a cui si unirà dal 2006 anche Pietro, figlio di Tino.

Le parole chiave della filosofia produttiva della famiglia Colla sono sempre state naturalità e originalità, integrità e purezza.

Poderi Colla comprende quattro tenute per un totale di 28 ettari di vigneti.
Tutte le proprietà sono situate in posizioni eccellenti e rinomate per la grande qualità delle uve prodotte; insieme, coprono praticamente l’intera gamma di vini prodotti nelle Langhe.

La tenuta Dardi le Rose, a Bussia di Monforte d’Alba, si estende per 8 ettari, di cui 6 coltivati esclusivamente a Nebbiolo da Barolo. Da queste vigne è nato nel 1961 il primo Barolo con la menzione “Bussia” ad opera di Beppe Colla.

Tenuta Roncaglie è una delle zone più belle e panoramiche della DOCG Barbaresco, 13 ettari, di cui 8 vitati. Roncaglie è un cru storico, citato fin dal 1800. Vi si coltivano Nebbiolo, Barbera e Riesling renano.

Cascina del Drago. Un totale di 25 ettari, di cui circa 12 vitati, che coprono praticamente l’intera collina del Bricco del Drago. Le vigne sono state piantate tra il 1969 e il 1999 con Dolcetto e Nebbiolo (da cui si ottengono gli omonimi vini) Campo Romano, piantato con Pinot Nero.

La tenuta Bricco Bompè, in cima alla collina della Madonna di Como, nel comune di Alba, di fronte al Bricco del Drago, è l’ultimo acquisto della famiglia Colla. Qui c’è la cantina moderna e sotterranea, luogo perfetto dove tutte le uve coltivate nelle proprietà possono essere vinificate, invecchiate e imbottigliate.

I vini Poderi Colla sono concettualmente semplici, figli della natura, del terroir, del microclima, dell’annata, delle uve e dell’esperienza e dedizione della famiglia. Sono complessi, equilibrati, eleganti e longevi, emozionanti perché unici, diversi ogni anno.

Galleria foto